Cannabis Terapeutica

top feature image

Cannabis Terapeutica

L’avvento della legalizzazione della Cannabis Terapeutica è arrivato in Italia dopo l’accordo del 18/9/2014 tra il Ministero della Salute ed il Ministero della Difesa che ha dato il via al progetto pilota per la produzione di cannabinoidi terapeutici da parte dello stabilimento Militare di Firenze.
Il progetto iniziò realmente nel 2016 con la prima coltivazione sperimentale di FM2 (THC5-8% E CBD 7,5-12%) che però i pazienti pagano con IVA al 22% perché si tratta di un prodotto galenico e l’IVA al 10% è applicabile solo ai farmaci finiti e pronti all’uso.
La produzione iniziale dello stabilimento era di 100 Kg l’anno, poi aumentata a 300 Kg l’anno a metà del 2017. Nonostante l’aumento di produzione I pazienti, ancora adesso, non riescono a seguire una terapia continuativa nel tempo, proprio a causa della mancanza del farmaco nelle farmacie.
Grazie al recente decreto legislativo n° 148 del 16/10/2017, il Ministro della Salute può autorizzare enti e privati alla coltivazione della Cannabis Terapeutica secondo le norme dello Stabilimento Militare di Firenze.
Per questo motivo abbiamo ideato un quesito referendario che chiede a voi cittadini di approvare la richiesta, da parte dell’ente Regione Sardegna al Ministro della Salute, di permettere la coltivazione della Cannabis Terapeutica. In questo modo Potremmo aumentare la produzione del farmaco, garantendo la continuità terapeutica ai pazienti e, contemporaneamente, creando nuova occupazione lavorativa.

“Volete voi che la Regione Autonoma della Sardegna richieda l’autorizzazione per la coltivazione della cannabis a fini terapeutici, ai sensi dell’articolo 27 del decreto del Presidente della Repubblica 9 Ottobre 1990, n° 390 (Testo Unico delle leggi in materia di disciplina degli stupefacenti e sostanze psicotrope, prevenzione, cura e riabilitazione dei relativi stati di tossicodipendenza) e dell’art. 18 quarter, comma 3, del decreto legislativo 16 Ottobre 2017, n°148 (disposizioni urgenti in materia finanziaria e per esigenze indifferibili), convertito, con modificazioni, dalla legge 4 Dicembre 2017, n°148”

2 Comments

Sarebbe utile. Avere la Cannabis terapeutica …per il semplice motivo che oramai gira sia Cannabis che hashish troppo chimiche. E sarebbe un opportunita per molta gente.

Grazie Usai omar, siamo in effetti a conoscenza del fenomeno di pazienti cronici che si procurano cannabis sul mercato illegale. Per questo la coltivazione in Sardegna è importante.
I problemi della pessima qualità di sostanze “troppo chimiche” in circolazione è ancora più sentito in relazione al consumo a scopo ricreativo. Legalizzarla significa soprattutto controllarla, certificarne la qualità ed eliminare i giri malavitosi attorno a questo commercio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Post navigation

  Next Post :
Previous Post :